Bournemouth 2023 – La guida per il Fantasy Premier League
Fantasy Premier League 2023/24: Analisi del Bournemouth

Bournemouth 2023 – La guida per il Fantasy Premier League

Sintesi:

Analisi del Bournemouth di Iraola con sguardo alle statistiche della scorsa stagione e approfondimento sui singoli giocatori in chiave FPL.

Continuiamo con il Bournemouth la serie di articoli nella quale approfondiamo singolarmente le venti squadre che prenderanno parte alla Premier League 2023/24, rivedendo le statistiche della scorsa stagione e analizzando i giocatori in base a prezzo e performance nel FPL. Gli uomini del nuovo allenatore Iraola sono reduci da un campionato difficile ma con l’obiettivo salvezza raggiunto anche con qualche giornata di anticipo,

In ottica FPL, i giocatori delle Cherries raramente sono stati adocchiati dai manager FPL con il solo Solanke entrato talvolta nelle squadre grazie ad un prezzo di partenza basso.

Statistiche 2022/23

Totali37 gol fatti (39.50 xG)71 gol subiti (64.28 xGC)8 clean sheet
In casa20 gol fatti (22.75 xG)28 gol subiti (28.72 xGC)5 clean sheet
Fuori casa17 gol fatti (16.75 xG)43 gol subiti (35.56 xGC)3 clean sheet
Top 3 xGSolanke (9.22)Billing (4.83)Moore (4.47)
Top 3 xALerma (3.09)Billing (2.58)Solanke (2.41)

La difesa

La difesa ha ballato molto durante l’anno con diverse goleade subite intervallate da qualche partita più solida, soprattutto in casa. Adesso è cambiato allenatore e tipo di gioco, ma le idee dello spagnolo possono portare più benefici in avanti che non dietro. Il portiere titolare è Neto (£4.5m), autore lo scorso anno di un buon campionato e di diverse parate, ma a quel prezzo si possono trovare asset di squadre che danno maggiori garanzie.

Discorso dello stesso tipo si può fare per i difensori: a corroborare ciò ci sono altri 2 fattori come il fatto che nessun asset difensivo lo scorso anno abbia portato molti bonus offensivi e le molteplici rotazioni fra i vari interpreti lo scorso anno nell’undici titolare. Con Iraola i terzini spingono maggiormente quindi se qualcuno vuol rischiare e prendersi un asset delle Cherries in difesa il nome migliore può essere quello di Adam Smith (£4.5m) oppure del nuovo acquisto Milos Kerkez (£4.5m), ungherese che ha fatto molto bene all’AZ. Per il resto un titolare pressochè sicuro è Marcos Senesi (£4.5m) che potrebbe trovare qualche gol su calcio piazzato. L’altro titolare in difesa potrebbe essere Chris Mepham (£4.5m) mentre sembrano partire dietro nelle gerarchie Lloyd Kelly (£4.5m), Ryan Fredericks (£4.5m) e Illia Zabarnyi (£4.5m).

Il centrocampo

In mezzo al campo con l’arrivo di un tecnico che ama il gioco ed il pressing in attacco, gli asset iniziano ad assumere molto più interesse. Il più interessante, per prezzo e potenzialità, sembra essere Justin Kluivert (£5.0m). Il talento olandese non è mai esploso in questi anni dopo i promettenti inizi all’Ajax ma può andare, specie in una squadra che gioca molto sugli esterni come promettono queste Cherries, tranquillamente in doppia cifra tra gol ed assist. Allo stesso prezzo può essere una bella scommessa Hamed Traoré (£5.0m); al Sassuolo lo abbiamo visto su ottimi livelli, non replicati lo scorso anno a Bournemouth anche a causa di infortuni. Iraola chiede tanto lavoro offensivo al trequartista che spesso si alza vicino alla punta e Traoré ci sembra in grado di poter ricoprire al meglio questo ruolo.

Guardando invece tra i migliori della scorsa annata, i nomi più interessanti sono quelli di Philip Billing (£5.5m) e Marcus Tavernier (£5.5m). Il giocatore danese ha confermato i numeri della Championship segnando ben 7 gol e dimostrandosi bravissimo negli inserimenti; da capirne la collocazione tattica nello scacchiere del nuovo mister, ma se giocasse da trequartista può trovare diversi gol. L’esterno invece lo scorso anno è stato costantemente fermato da infortuni ma quando è sceso in campo ha sempre fatto bene trovando diversi gol o assist. Se trova continuità può puntare anche alla doppia cifra dei gol. Per entrambi, è davvero un grosso rischio portarli in squadra visto che si trovano in una fascia di prezzo non bassissima, però anche solo per qualche partita più agevole sono nomi da tenere a mente.

Altri giocatori che potrebbero trovare spazio sulla trequarti, ma che al momento non ci danno garanzie per numeri e minutaggio, sono Ryan Christie (£5.0m), Jaidon Anthony (£5.0m) e David Brooks (£5.0m). Leggermente più interessante è invece il nome di Dango Ouattara (£5.0m) che nel finale dello scorso campionato ha fatto vedere spunti interessanti: se trova maggior concretezza negli ultimi metri può portare diversi bonus. Citiamo infine i nomi di Lewis Cook (£5.0m) e Joe Rothwell (£5.0m) che potrebbero trovare posto da titolare come mediani davanti alla difesa, ruolo che quindi li rende poco inclini a fornire bonus offensivi.

L’attacco

In attacco il titolare è sicuramente Dominic Solanke (£6.5m). Il prezzo non è bassissimo per uno che fa un gran lavoro davanti anche per i compagni ma che nello scorso anno ha brillato più per gli assist che per i gol (10 contro 6). Salvo esplosioni, a quella cifra o aggiungendo pochi soldi si trova chi dà molte più garanzie in termini di punti. L’altra opzione per l’attacco è Kieffer Moore (£5.0m) ma, visto il ruolo da riserva, il gallese può diventare interessante per il prezzo come terzo attaccante solo in caso di assenza prolungata di Solanke.

Il calendario iniziale

WHU (H)LIV (A)TOT (H)BRE (A)CHE (H)

Calendario molto brutto con partite sulla carta tutte complicate, tra cui le sfide a big come Liverpool, Tottenham e Chelsea. Il consiglio, sia per gli asset difensivi che per quelli offensivi, è di aspettare strisce di partite migliori per iniziare a puntarci.

Iscriviti alla newsletter di FPL Italia per restare sempre aggiornato ed avere in anteprima consigli e novità sul Fantacalcio della Premier League.

Partecipa alla discussione

Newsletter