Giocatori Premier League 2023/24: top e flop della MW35
Premier League 2023/24: Top e Flop MW35

Giocatori Premier League 2023/24: top e flop della MW35

Sintesi:

La top 11 e la flop 11 dei giocatori che hanno spiccato maggiormente, rispettivamente in positivo e in negativo, nella 35ª giornata della Fantasy Premier League 2023/24.

Proseguiamo con la rubrica nella quale selezioniamo la top 11 e la flop 11 della Matchweek appena trascorsa, composte rispettivamente dai giocatori che si sono maggiormente distinti in positivo e in negativo, non necessariamente in ottica FPL, nei match dell’ultima giornata del campionato di Premier League.

Top 11 (4-2-3-1)

Pickford (EVE)

Non molto impegnato nel pomeriggio di Goodison Park, diventa comunque decisivo sul punteggio di 0-0 con l’intervento su Toney.

Castagne (FUL)

L’esterno belga fa il suo compito in fase difensiva e sa far male anche quando spinge con l’assist per il gol di Muniz.

Senesi (BOU)

L’inizio del match non sembra promettere bene con un cartellino dopo pochi minuti, ma poi annulla il giovane O’Mahony e segna pure il gol del vantaggio.

Romero (TOT)

4 conclusioni verso la porta tra cui il gol ed un palo: vero che di ruolo è difensore e la sua squadra subisce 3 reti, però l’argentino è l’anima degli Spurs.

Gvardiol (MCI)

Il croato è in un momento molto prolifico ed anche a Nottingham è lui a sbloccare il match con un gran colpo di testa. Impreziosisce il tutto con un salvataggio sulla linea in difesa.

Gallagher (CHE)

Primo tempo nervoso ma poi il capitano dei Blues fa una ripresa da vero capitano con contrasti, palloni recuperati e la perla che vale il pareggio.

Fernandes (MUN)

Lo United continua a deludere ma Bruno Fernandes è l’ultimo a mollare: per lui ben 9 passaggi chiave ed un eXpected Assist di 1.12; peccato che i compagni non siano altrettanto bravi.

Bowen (WHU)

Recuperato dagli acciacchi vari, come sempre è lui il pericolo numero uno degli Hammers con i suoi movimenti ad accentrarsi. A referto per lui un gol ed un assist.

Havertz (ARS)

Altro gran bel pomeriggio per il tedesco dei Gunners che schierato da centravanti con i suoi movimenti fa girar la testa agli Spurs: un gol, un assist e tante altre belle iniziative.

Rogers (AVL)

Il giovane dei Villans è stato spostato da Emery da centravanti ad esterno di sinistra e sta crescendo di partita in partita facendo sempre le scelte giuste e non perdendo lo zampino in area avversaria da attaccante.

Isak (NEW)

L’attaccante svedese conferma l’ottimo momento con l’ennesima doppietta casalinga tra cui il primo gol da attaccante vero.

Flop 11 (5-3-2)

Raya (ARS)

L’Arsenal era ormai in pieno controllo del match e quindi lo spagnolo ha voluto regalare un finale più frizzante ai tifosi con uno sciagurato passaggio a Romero.

Holgate (SHU)

Il difensore ex Everton per 67 minuti soffre terribilmente la verve di Gordon che ha tutto un altro passo rispetto a lui.

Quansah (LIV)

Il centrale dei Reds dimostra tutta la sua inesperienza perdendosi di vista Antonio sul cross di Bowen che vale il 2-2.

Davies (TOT)

Il difensore gallese degli Spurs non è Udogie in fase di spinta e questo si sapeva, però ci si aspettava una maggior attenzione in fase difensiva ed invece Saka lo fa a pezzi.

Cucurella (CHE)

Il terzino spagnolo parte male con un’autorete dopo pochi minuti e da lì in poi non riesce più a risollevarsi nè in fase difensiva nè in avanti.

Barco (BHA)

Il terzino dei Seagulls è uno dei giovani più interessanti del Sudamerica, ma per ora in due match da titolare ha mostrato grosse lacune in fase difensiva e qualche difficoltà di troppo nel palleggio.

Berge (BUR)

Il Burnley cerca sempre di giocare palla da dietro ed in qualsiasi circostanza ma spesso gli errori costano cari: stavolta è il centrocampista norvegese a sbagliare un passaggio rischioso servendo l’assist ad Antony.

Hojbjerg (TOT)

Il centrocampista degli Spurs torna fra i titolari per garantire fisicità ed una protezione davanti alla difesa: oltre a non riuscire a svolgere questo compito, il danese è anche protagonista dell’autorete che apre il match.

Douglas Luiz (AVL)

Il centrocampista brasiliano torna dalla squalifica ma sembra più intento a litigare con Caicedo che non a far girare la propria squadra.

Mateta (CRY)

Reduce da 4 gol in 2 partite, il centravanti francese si prende un pomeriggio di ferie al Craven Cottage.

Toney (BRE)

L’attaccante inglese torna in campo dopo l’infortunio ma dimostra una forma carente e si divora un gol clamoroso sul punteggio di 0-0.

Partecipa alla discussione

Newsletter