Giocatori Premier League 2023/24: top e flop della MW19
Premier League 2023/24: Top e Flop MW19

Giocatori Premier League 2023/24: top e flop della MW19

Sintesi:

La top 11 e la flop 11 dei giocatori che hanno spiccato maggiormente, rispettivamente in positivo e in negativo, nella 19ª giornata della Fantasy Premier League 2023/24.

Proseguiamo con la rubrica nella quale selezioniamo la top 11 e la flop 11 della Matchweek appena trascorsa, composte rispettivamente dai giocatori che si sono maggiormente distinti in positivo e in negativo, non necessariamente in ottica FPL, nei match dell’ultima giornata del campionato di Premier League.

Potete trovare questo contenuto anche sulla pagina Facebook degli amici di NonSoloPremier.

Top 11 (4-4-2)

Areola (WHU)

Secondo clean sheet consecutivo per il portiere francese che compie numerosi interventi e si fa trovare sempre pronto.

Gusto (CHE)

Bella partita del terzino dei Blues che fa partire l’azione del primo gol in cui poi serve l’assist e che è provvidenziale con qualche chiusura difensiva.

Murillo (NFO)

Ci mette un po’ come tutti i compagni a prendere le misure a Isak ma cresce col passare dei minuti e serve con un gran lancio Wood per il terzo gol.

Mavropanos (WHU)

Dopo tante partite balbettanti il greco è perfetto contro i Gunners e corona la sua prestazione con uno stacco imperioso che vale il raddoppio.

Doughty (LUT)

L’esterno degli Hatters invece di essere protagonista con qualche assist su piazzato stavolta si mette in proprio e segna con una bella azione personale.

Garnacho (MUN)

Il talento argentino quest’anno sembra l’unico con un rendimento sopra la sufficienza nei Red Devils. Doppietta che aiuta a ribaltare il Villa ed in generale una prestazione sontuosa.

Scott (BOU)

Finalmente il giovane centrocampista mostra perché tante squadre si erano interessate a lui: partita perfetta a centrocampo e break di 50 metri sul gol del vantaggio.

Foden (MCI)

Il talento di scuola City agisce in posizione più centrale e nel secondo tempo è letteralmente immarcabile con il gol ed altre conclusioni con cui sfiora la doppietta.

Hwang (WOL)

In soli 45 minuti demolisce il Brentford con la sua rapidità e freddezza dentro l’area.

Joao Pedro (BHA)

Parte in una insolita posizione da esterno sinistro e fa ammattire la difesa Spurs con l’azione del primo gol ed altre azioni pericolose oltre alla doppietta dal dischetto.

Wood (NFO)

Ancora una presenza in top 11 per il neozelandese che con Espirito Santo è già a 4 reti in due partite con gesti tecnici mai visti nelle sue tante partite di Premier.

Flop 11 (3-4-3)

Foderingham (SHU)

Tante parate fin qui in stagione ma anche tante papere per il portiere delle Blades che si fa infilare in maniera rivedibile nel primo gol del Luton.

Burn (NEW)

Fronteggia un pezzo di granito come Wood sul secondo gol e lo fa sembrare Messi. Basta questo per far capire la sua forma attuale.

Gabriel (ARS)

Un rinvio sbilenco sul primo gol e Mavropanos che gli svetta sulla testa nel secondo gol: serataccia per il centrale brasiliano.

Collins (BRE)

Probabilmente pensava di essere ancora un giocatore dei Wolves visto che 3 dei 4 gol nascono da suoi passaggi agli avversari. Disastroso.

Emerson Royal (TOT)

Costretto nuovamente a giocare centrale per l’emergenza difensiva, per l’ennesima volta dimostra la sua totale inadeguatezza in quel ruolo.

Onana (EVE)

Il centrocampista belga ci mette la solita grinta e corsa ma pecca molto di precisione in fase di possesso palla ed è scomposto nel fallo di mano che causa il rigore.

Rodri (MCI)

Il metronomo spagnolo è solitamente una protezione affidabile per la difesa, ma stavolta si fa preferire in avanti perché dietro un suo errore costa il gol dello svantaggio.

Vitinho (BUR)

Il Liverpool attacca molto e con diversi uomini dalla sua parte e l’esterno dei Clarets va presto in bambola e non si riprende più.

Eze (CRY)

Dimostra di essere ancora alla ricerca della miglior condizione con una partita priva di spunti interessanti a cui aggiunge l’ingenuo fallo da rigore nel finale di partita.

Watkins (AVL)

L’attaccante inglese ha tirato la carretta da inizio anno con una continuità impressionante di prestazioni, per questo si concede una serata da turista ad Old Trafford.

Martinelli (ARS)

Ancora una partita anonima per l’esterno brasiliano che si accende raramente e che viene sostituito prima dell’assedio finale.

Partecipa alla discussione

Newsletter