Giocatori Premier League 2023/24: top e flop della MW17
Premier League 2023/24: Top e Flop MW17

Giocatori Premier League 2023/24: top e flop della MW17

Sintesi:

La top 11 e la flop 11 dei giocatori che hanno spiccato maggiormente, rispettivamente in positivo e in negativo, nella 17ª giornata della Fantasy Premier League 2023/24.

Proseguiamo con la rubrica nella quale selezioniamo la top 11 e la flop 11 della Matchweek appena trascorsa, composte rispettivamente dai giocatori che si sono maggiormente distinti in positivo e in negativo, non necessariamente in ottica FPL, nei match dell’ultima giornata del campionato di Premier League.

Potete trovare questo contenuto anche sulla pagina Facebook degli amici di NonSoloPremier.

Top 11 (4-2-3-1)

Onana (MUN)

Nessun miracolo incredibile nel match di Anfield, ma stavolta l’ex Inter è sempre molto attento e concentrato sia nelle mischie che nelle conclusioni nello specchio.

Alexander Arnold (LIV)

Prestazione da vecchi tempi per il terzino inglese che crea una quantità industriale di occasioni da rete giocando in una posizione molto offensiva ma capace anche di sbrogliare una pericolosissima situazione difensiva.

Burn (NEW)

Il difensore ex Brighton torna titolare dopo l’infortunio fornendo una prova sicura sia in fascia che centralmente e coronando il rientro con un gol.

Keane (EVE)

Il centrale dei Toffees torna titolare solo per la squalifica di Branthwaite ma non fa rimpiangere il compagno annullando Jay Rodriguez e trovando il gol in una sortita offensiva.

Alex Moreno (AVL)

Dopo esser stato tanto ai box, lo spagnolo torna nell’undici iniziale sfruttando la squalifica di Digne ed è decisivo in entrambe le aree: prima un salvataggio miracoloso su Lewis Potter e poi la rete del pareggio.

Bruno Guimaraes (NEW)

Un assist fortunoso per il gol di Miley ma anche tantissima qualità in mezzo al campo dove fa partire ogni azione delle Magpies con i suoi piedi delicati.

Lewis (MCI)

Il giovane tuttofare di Guardiola trova la rete, ma in generale fornisce una partita attenta e con molti inserimenti pericolosi.

Kulusevski (TOT)

Grande prova dello svedese che con l’infortunio di Johnson torna in fascia destra ed è protagonista con un gol, un assist ed altre azioni interessanti.

Palmer (CHE)

Il giovane talento inglese svaria tra la zona centrale e la fascia ed in entrambe le zone illumina il gioco con la sua qualità trovando un gol, un assist ed altre giocate non sfruttate dai compagni.

Kudus (WHU)

Il ghanese conferma tutte le sue grandi dote da contropiedista ed un bel tiro, segnando i due gol che spaccano il match.

Gabriel Jesus (ARS)

Il brasiliano è molto coinvolto nel gioco d’attacco dei Gunners col suo movimento ad abbassarsi ed a lanciare i compagni. Ma di fondo resta un attaccante ed è in area di rigore che trova il guizzo vincente per sbloccare il match.

Flop 11 (4-4-2)

Trafford (BUR)

Il portierino inglese torna a non convincere, mostrandosi totalmente insicuro sui corner con gli avversari che in area piccola fanno quel che vogliono.

Milner (BHA)

L’ex Liverpool schierato terzino sinistro mostra tutta la sua età, soffrendo terribilmente la vivacità del giovane Saka.

Trusty (SHU)

Insieme al compagno di reparto Ahmehdodzic sono molto imprecisi ed insicuri e colpevoli su entrambe le reti subite.

Mee (BRE)

Il centrale del Brentford fa buona guardia su Watkins per gran parte del match, poi viene espulso per un’entrata fin troppo decisa ed è uno dei fattori che porta alla rimonta dei Villans.

Toti (WOL)

Gli uomini di O’Neil fanno gioco ma vengono puniti su ogni ripartenza degli ospiti ed il portoghese è uno di quelli che soffre maggiormente i contropiedisti degli Hammers.

Diaby (AVL)

Il giocatore francese ritrova una maglia da titolare ma non riesce praticamente mai a vincere un duello individuale e viene sostituito a metà ripresa.

Bissouma (TOT)

Il centrocampista maliano fa del fisico e degli interventi decisi la sua forza, ma con la sua entrata irruenta che gli costa il rosso rischia di rovinare il match dei suoi.

Foden (MCI)

Il centrocampista del City è autore di una discreta prova condita dall’assist per il gol di Grealish, ma l’ingenuo fallo che compie in area a tempo scaduto per il rigore del pari è da matita rossa.

Mitoma (BHA)

Solo uno spunto interessante per il giapponese che è stranamente molto remissivo e che sembra accusare tantissimo le molte partite disputate tra campionato e coppa.

Jimenez (FUL)

Il suo intervento è più improvvido che cattivo, ma lasciare in 10 per oltre un’ora i suoi è un errore imperdonabile.

Nunez (LIV)

Darwin non solo sbaglia praticamente tutto il possibile tecnicamente, ma non sembra avere nemmeno l’idea corretta sulle scelte da fare.

Partecipa alla discussione

Newsletter