Lega FPL Italia 2023/24: i migliori manager della GW12
Lega FPL Italia 2023/24: I migliori manager della GW12

Lega FPL Italia 2023/24: i migliori manager della GW12

Sintesi:

Intervista ad Antonio Tropiano, il manager che ha realizzato il secondo punteggio più alto della GW12 nella lega classica FPL Italia 2023/24.

Proseguiamo con la nuova rubrica nella quale, dopo ogni Gameweek, intervisteremo il miglior manager della giornata appena trascorsa nella lega FPL Italia 2023/24, ovvero colui il quale ha realizzato il punteggio più alto tra gli oltre 200 partecipanti alla nostra lega privata nel formato classico.

Questa settimana il miglior manager è stato Enrique Camblor che con la sua EnRo City ha registrato la bellezza di 101 punti, ma non siamo riusciti a contattarlo. Di conseguenza abbiamo dato la parola al secondo di giornata, il nostro membro dello staff Antonio Tropiano che con la sua Ceparanese è comunque riuscito ad andare in tripla cifra realizzando 100 punti tondi tondi. Di seguito la sua intervista.

Ecco come Antonio Tropiano ha schierato la sua Ceparanese nella GW12: il neo acquisto Saliba va a segno e porta il punteggio in tripla cifra, 100 punti che valgono un rank settimanale appena dentro la Top 25K.

D: Potresti farci un riassunto della tua stagione FPL fino a questo momento?

R: Partito non male, malissimo, ho deciso di essere aggressivo da subito con dei -4 che mi sono costati caro (James per esempio). Ho puntato sul Chelsea all’inizio come un po’ tutti, delusissimo da Jackson. Ho puntato sulla difesa del City con Walker da GW3 a GW7, Sheffield, Fulham, Forest, Wolves e Hammers. Nemmeno un clean sheet (ma in compenso un assist da 11 punti). Ho scommesso su Wilson nelll’8-0 col Bournemouth, ha fatto un solo gol e si è rotto.
La svolta c’è stata con la GW8 in cui per disperazione (avevo molti infortunati) ho giocato la Wilcard. Da allora una sola freccia rossa e ho guadagnato quasi 2 milioni di posizioni.

D: Quali sono stati finora il tuo acquisto più azzeccato e il tuo rimpianto più grande?

R: Mi piace pensare che Watkins sia stato azzeccato. In realtà mi aspetto sempre di più da lui, ma è difficile lamentarsi di un giocatore che ha i 90 minuti assicurati ed è dietro solo ad Haaland per punteggio tra gli attaccanti.
Rimpiango di avere puntato su Jackson nelle prime giornate. Sarò molto più cauto col Chelsea in futuro.

D: Ti aspettavi questo exploit in questa Gameweek? Avevi dubbi su qualcuno alla vigilia o eri convinto del tuo team?

R: Vengo da una GW11 in cui avevo preso un -4 per portare dentro Tsimikas (panchinato), Darwin e Adingra e venduto Trippier (9 punti), Ward-Prowse e Archer. Era stata una decisione a medio termine quindi mi aspettavo dei ritorni offensivi da Darwin e Adingra per esempio, ma sicuramente non mi aspettavo l’exploit di Tsimikas, anzi era quasi certo finisse in panchina, ma non volevo prendere un altro -4. Un po’ di sano “culo” anche con Saliba, portato dentro in questa giornata per sostituire Burn.

D: Essendo stato tra i migliori la scorsa giornata, quali saranno le tue strategie future per continuare questo trend?

R: Sono molto soddisfatto del mio team, in particolare mi piace avere un doppio attacco Liverpool, che dopo il City ha un gran calendario. Il mio problema immediato è Maddison. Non credo di riuscire a fare il cambio diretto con Bowen senza prendere un -4. L’alternativa è portare dentro Bowen e Palmer per Douglas Luiz e Maddison. Ma i -4 sono molto rischiosi e raramente pagano. Anche quello che mi ha portato a prendere Tsimikas a conti fatti mi è costato finora 3 punti. Avrei fatto meglio a bruciare il cambio e portare dentro Saliba per Burn e Bowen per Maddison in questa GW.
Altro problema sono i Villans, ma penso di salire sugli asset Chelsea da GW15 portando fuori Cash e Douglas Luiz e puntando su Palmer e un difensore (non James).

Partecipa alla discussione

Newsletter