Fantacalcio Premier League 2023/24: il capitano della GW22
Fantasy Premier League 2023/24: Il capitano della GW22

Fantacalcio Premier League 2023/24: il capitano della GW22

Sintesi:

Analisi dei migliori capitani per la GW22 del Fantasy Premier League 2023/24 con i pro e i contro di tre possibili opzioni, ordinate secondo un livello di rischio crescente.

Nuovo appuntamento con la consueta rubrica nella quale indichiamo tre papabili capitani per la Gameweek in oggetto, segnalando i pro e i contro di ciascuna opzione ed indicando gli expected points secondo il modello statistici di Fantasy Football Scout.

Scegliamo un giocatore per ogni fascia di rischio: bassa, media e alta. Nella fascia di rischio bassa troviamo un asset che sarà scelto da gran parte degli altri manager e che ha ottime probabilità di portare molti punti. Quella media e alta contengono nomi più differential e quindi scelti da meno giocatori e con meno probabilità di avere ottimi ritorni di punti.

Ovviamente scegliendo un capitano col rischio basso si fa una scelta comune a tanti altri manager e, di conseguenza, si guadagnano o si perdono poche posizioni indipendentemente dalla sua performance; al contrario, con i rischi medi o alti, in caso di exploit, è possibile scalare repentinamente la classifica come, allo stesso tempo, precipitare in basso.

Rischio basso

De Bruyne (Manchester City – Burnley)

Contro il Burnley15 partite (930 minuti)3 gol7 assist
In casa contro il Burnley9 partite (583 minuti)2 gol7 assist

Expected points: 6.3

Pro

Il belga è tornato con il botto contro il Newcastle e dopo due settimane la sua forma sarà migliorata ulteriormente. Davanti ha un Burnley che gioca molto spregiudicato e che concede in media 2 reti a partita per cui c’è aria di goleada.

Contro

De Bruyne anche in FA Cup è partito dalla panchina, per cui Guardiola potrebbe non ritenerlo ancora pronto per partire dal primo minuto. Inoltre gli uomini di Kompany ultimamente sembrano giocare con un blocco difensivo più basso con cui hanno trovato maggiore solidità.

Rischio medio

Richarlison (Tottenham – Brentford)

Contro il Brentford4 partite (283 minuti)2 gol1 assist
In casa contro il Brentford3 partite (193 minuti)2 gol1 assist

Expected points: 4.8

Pro

Il brasiliano ha segnato 6 reti nelle ultime 6 partite e con l’assenza Son è indubbiamente il terminale offensivo degli Spurs come dimostrano le statistiche delle ultime 4 GW che lo vedono primo per NPxGI, tiri totali e tiri in porta. Davanti c’è un Brentford che ha subito 9 reti nelle ultime 4 GW e che in generale dietro non sembra solido come un tempo. Infine è rigorista.

Contro

Il Brentford spesso gioca a 5 dietro contro le big e quindi il brasiliano potrebbe ritrovarsi circondato da 3 difensori, tra l’altro tutti molto fisici e cattivi, per cui potrebbe faticare. Inoltre le fatiche del match contro il City di FA Cup potrebbero farsi sentire.

Rischio alto

Jota (Liverpool – Chelsea)

Contro il Chelsea11 partite (772 minuti)1 gol1 assist
In casa contro il Chelsea4 partite (254 minuti)1 gol0 assist

Expected points: 5.6

Pro

Il portoghese ha messo a referto due gol e un assist contro il Bournemouth e sembra in un ottimo momento di forma. Senza Salah c’è più libertà in avanti ed il portoghese sembra approfittarne e sa sfruttare gli spazi che lascia Nunez con i suoi movimenti. Davanti poi ci sono i Blues che fuori casa subiscono in media 1.7 gol a partita e che soffrono specialmente sulle fasce.

Contro

Nonostante il bottino di Bournemouth, i numeri di Jota riguardo xGI e tiri non sono così eccezionali, per cui c’è il rischio che abbia realizzato una overperformance sulla costa sud dell’Inghilterra. Inoltre il Chelsea è in crescita di rendimento, per cui sarà una sfida molto combattuta.

Partecipa alla discussione

Newsletter